Monteverdi
Sì dolce è 'l tormento
Carlo Vistoli, controtenore
Ensemble Sezione Aurea
Filippo Pantieri, clavicembalo e direttore
(Video)
Arcana

0 CD

Il sole di dicembre ben esprime i contrasti di un amante tormentato. Non è il sole trionfante di luglio, ma neppure il grigiore di novembre. La luce è un elemento chiave del video in cui il controtenore Carlo Vistoli e l’ensemble Sezione Aurea, sotto la guida di Filippo Pantieri (impegnato anche al clavicembalo), traducono visivamente la loro lettura di Sì dolce è 'l tormento. L’esecuzione della celebre pagina monteverdiana, tratta dal Quarto Scherzo delle ariose vaghezze, è l’audio di questo filmato e costituisce una traccia del CD Amor tiranno. Broken-hearted lovers in the seventeenth century Venice, uscito da pochi mesi per l’etichetta Arcana. Se nel corso del video compaiono la tiorbista Elisa La Marca ed il violinista Gabriele Raspanti, solo verso la conclusione l’ensemble appare al completo con Francesca Camagni (violino), Rosita Ippolito (violone) e Sebastiano Severi (violoncello). Il video è stato girato al castello di Longiano e porta la firma del giovane videomaker Lorenzo Fantini.

Il filmato non testimonia una performance, ma affianca a quello delle parole e della musica il racconto delle immagini, aggiungendo un ulteriore piano narrativo a quello previsto dalla partitura. Vistoli trova nel video un mezzo per valorizzare capacità attoriali che non sempre il palcoscenico riesce a porre in luce. Con la sua sola presenza, con la sua sola postura e con la sola espressione seria e pensosa del suo volto egli cerca un dialogo col paesaggio, col castello, con la tiorba di Elisa La Marca e col violino di Gabriele Raspanti. Quest’ultimo in una luminosissima stanza quasi vuota sembra essere l’alter ego dell’amante deluso, che a lume di candela confida il suo tormento alla tiorbista, la cui figura ben rappresenta il filo che lega epoche diverse, in cui si provano le stesse passioni e gli stessi sentimenti. Insieme alle flebili ed intime luci delle candele, spente ad una ad una dalle dita di Vistoli, termina il video. Così i musicisti in abiti di oggi sono calati in un ambiente di altri tempi. Nell’avere reso (visivamente e non solo) la continuità nei secoli dei sentimenti legati alla delusione amorosa si devono cercare alcune ragioni del successo che stanno ottenendo sia il video sia il CD Amor tiranno, il quale ha recentemente vinto il “Diamant d'Opera”, premio francese indetto dalla rivista «Opera Magazine».

Tutto questo si percepisce anche sul versante strettamente musicale: l’abitudine di non esagerare le dinamiche, che contraddistingue lo stile di Sezione Aurea, diviene funzionale a questa interpretazione intima di Sì dolce è 'l tormento. In una simile prospettiva essa si sposa perfettamente con la voce di Vistoli. Come sotto il profilo visivo al controtenore è sufficiente la presenza per esprimere la profondità dell’intimo dolore provato dall’amante deluso, così sotto quello musicale egli affida la sua lettura alla chiarezza della dizione e alle doti vocali. Le scelte esecutive compiute hanno condotto gli interpreti a completare il testo musicale con molti abbellimenti e variazioni (elaborati da Pantieri), che tuttavia si adattano al brano con grane naturalezza. Spiccano i cambiamenti di registro, che è una delle chiavi di questa esecuzione: Vistoli infatti passa da quello acuto a quello grave con una naturalezza non comune per i controtenori. Il medesimo stile si ritrova anche nella parte solistica affidata a Raspanti, le cui diminuzioni disegnano una “curva” melodica che non stravolge la linea di Monteverdi, ma che anzi ne evidenzia la disarmante semplicità. Musica ed immagine dunque si integrano per esprimere la dolce rassegnazione di un amante deluso.

Stefania Navacchia

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it